Val Leggia (riserva forestale) 16.05.2017

Escursione nella riserva forestale della val Leggia-Val Cama una delle più estese della Svizzera. La valle assomiglia alle numerose valli laterali del Ticino. La parte inferiore molto stretta e boschiva, sopra i 1500 m s.m. comincia ad allargarsi (tipica U glaciale), per terminare con l’ampio catino dell’Alp de Mea (pure glaciale). Interessante è il cambiamento delle associazioni vegetali con l’altitudine: castagneto, querceto, faggeta, abetaia, lariceto, pino mugo, alneto per poi arrivare al poco che rimane del pascolo d’alta montagna.
L’deale sarebbe scendere in Val Cama, purtroppo la presenza di molta neve “marcia” mi ha fatto desistere.
Sentieri: in generale in discreto stato e demarcati b/r/b. Eccezione (che delusione) il percorso nella faggeta che non vede manutenzione da un bel po’ di tempo e che SCONSIGLIO, in discesa, con tempo molto secco o molto bagnato. Peccato non mi sembra il miglior modo per far conoscere la riserva.
L’deale è percorrere la Val Leggia in salita e scendere dalla Val Cama. Periodo ideale metà maggio/metà giugno, non appena si scioglie la neve alla bocchetta  d’Agnon e non vi è ancora troppa vegetazione (felci e rovi) nella parte bassa.
Osservazione: prima sorgente acqua all’A. de Mea.

Ho ripulito alcuni scalini. Spero di non incorrere in qualche sanzione!

A. de Dara

A. de Comun

A. de Mea

dietro Pizzo Paglia e Sass Mogn

A. de Lugazzon

Bocchetta d’Agnon
sfondo al centro il Pizzet
Val Cama
A. de Lago
A. de Vazzola
A. de Sambrogh

———————————————————————-

© Moru