Val Calnegia, settembre 2010

Non c’è il due senza il tre ed eccoci di nuovo in Vallemaggia. Questa volta tocca alla val Calnegia con i suoi numerossissimi sprüc e gli stupendi laghi della Crosa.
Discesa passando dall’alpe di Solögna che, rispetto alla V. Calnegia può sembrare il piano di Magadino!
Il sentiero che collega i laghi della Crosa e l’alpe Solögna, bianco/rosso, è mal segnalato e da percorrere con molta cautela.


“Uno dei aspetti più caratteristici della valle è quello delle pietraie che coprono i due versanti; a causa di questo fatto i montanari hanno imparato a vivere tra questi immensi massi realizzando e sfruttando caverne che hanno trasformato in rifugi o cantine. Dappertutto sono state costruite case, cascine e stalle (rimaste intatte) in posti che sempra impossibile arrivarci; tutto questo era necessario per poter sfruttare ogni risorsa possibile e anche per l’antica transumanza che oggi non è più praticata;…”*
*da:
http://www.montagna.ch/ita/default.cfm?mode=itinerari&id_area=4&id_sezione=72&id_content=37&output=ac_zona

Oramai ci siamo abituati e se non ci fossero ne sentiremmo la mancanza! Tra l’alpe Calnegia e l’alpe Crosa gli scalini son talmente alti che quasi quasi bisogna assicurarsi per superarli!!! Non pochi sono quelli di 40-45 cm!!! Le ginocchia ringraziano!
Puntid all’imbocco della valle.

Gerra con il suo enorme macigno che cela uno degli sprüc più grandi della val Bavona.
Calnègia
Frigoriferi ecologici.
Crosa
Prego si accomodi e faccia pure con calma.

pto 1703

Mött

Valletta. In basso sulla destra (pto bianco) Corte di Cima.
A. Solögna

Pianaccio
Corte Grande
Corte Nuovo

Costa
La parte bassa della Val Bavona. A destra la cascata di Foroglio.
Rosèd
Niente male come finale…

Foroglio e la sua stupenda cascata.

_______________________________________________________________
© Moru & Soci