Adula, 05.08.2007

Salita senza particolari problemi. Ghiacciaio finale: necessari i ramponi oppure raggirare sulla destra. Possibile raggiungere l’Adula senza toccar ghiaccio

Laghetto dei Cadabi
panorama dal passaggio a sud a quota 3000 m s.m.
il passaggio più impegnativo

Verso la cima.
A sinistra, ai piedi del Grauhorn, la frana o meglio quattro sassi e la solita pompata dei giornalisti a corto di idee.
l’ultimo tratto lungo la via Val Malvaglia. Salendo leggermente a destra è possibile evitare completamente il ghiacciaio. Salire con i ramponi direttamente sul ghiaccio è comunque più comodo.
Un ultimo sforzo e ci siamo.
Tre generazioni in vetta.

Sguardo verso la via normale. Attenzione. la salita all’Adula lungo la normale non è più una banalità. Ramponi, corda e prudenza …non si devono dimenticare in capanna. Ingredienti, d’altronde, indispensabili ovunque in alta montagna ed in modo particolare su un ghiacciaio.
dall’Adula verso il Paradiesgletscher
la discesa lungo la via normale
Agonia di un ghiacciaio!
Attenzione ai ponti di ghiaccio ed agli sprofondamenti locali!

Ancora pochi anni e ti vedremo unicamente sulle foto!
Capanna Adula UTOE
Ancora trent’anni fa la lingua di ghiaccio scendeva fin qui.
Panorama serale dal Laghetto dei Cadabi

capanna Quarnei

———————————————————————————————————————————————————-
© Moru & Soci +